Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

NAPOLEONE E IL RISORGIMENTO ITALIANO di Marcello Camici :




«L'Europa sarebbe diventata di fatto un popolo solo; viaggiando ognuno si sarebbe sentito nella patria comune… Tale unione dovrà venire un giorno o l'altro per forza di eventi.


 

L'ALTRA RIVA DEL MARE di Danilo Alessi:






In quest ’ultimo lavoro di Danilo Alessi uscito per i tipi di Persephone Edizioni, un uomo e una donna, si incontrano e si innamorano, vivendo contemporaneamente altri luoghi e le sponde di molti mari mentre, un recente passato, irrompe dalle pagine “intime” ma “collettive” di “L’altra riva del mare”


 

IL GUARDIACACCIA DI Marcello Meneghin:




Il romanzo di Marcello Meneghin è un intreccio di storie vere e di invenzione o meglio di supposizioni. È la ricerca del nome di un assassino. Un intreccio immaginario che si sposa bene con la magia delle montagne.


 

L'ELBA UNA COLONIA :




L'opuscolo "L'ELBA UNA COLONIA" contiene "L'INTERVISTA A MR. X " E " IL PIANO" dove viene analizzata una situzione che mirava a realizzare un piano di colonizazione che avrebbe smantellato e portato, oltre canale, tutti centri direzionali dall'ufficio turistico APT, ai servizi idrici e alla Sanità ecc E anche come gli elbani sarebbero stati sistematicamente esclusi da ogni incarico direttivo. Visto che tutto si è relizzato come previsto, questa pubblicazione ha avuto un valore profetico.

L'OPUSCOLO PUO' ESSERE INTERAMENTE SCARICATO


 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

LA BALENA BIANCA. E LA CADUTA DELL'ULTIMO CASTELLO:




. la partita a scacchi della politica, dall'elba alla toscana
Claudio De Santi




 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

OGNI RISOLUZIOONE DEL PROBLEMA IDROPOTABILE EBANO E' RESA IMPOSSIBILE DALLA MANCANZA DI SERBATOI di Marcello Meneghin

pubblicato mercoledì 17 novembre 2021 alle ore 08:11:37




Quello che si vede è uno schema non recente ma che rappresenta a grandi linee l'acquedotto dell'Isola d'Elba. Oggi ci saranno senza dubbio delle varianti ma il principio di base del sistema di rifornimento dell'isola resta sicuramente quello riportato nel disegno. Anche una affrettata vista dello schema fa intendere che non siamo in presenza di un acquedotto ma di una accozzaglia di piccolissimi acquedottini che alimentano le minuscole reti di distribuzione tutte separate l'una dalle altre. Sono esistenti una sessantina di serbatoi la cui cubatura totale (cioè data dalla somma delle cubature singole), può essere stimata in 300 000 mc.



In realtà tale pessima costituzione dell'acquedotto è dovuta a due fattori il più preponderante dei quali è l'andamento del suolo elbano altimetricamente variabilissimo essendo caratterizzato grandi dislivelli ed in secondo luogo per essere stato costruito  a pezzi e bocconi tramite successivi ampliamenti durante un periodo di diversi decenni con materiali vecchi e con principi superati e soprattutto senza una visione preventiva e funzionale di tutto un insieme così complesso.



C'è da credere che per quanto riguarda questo bailamme non si possa criticare in nessun modo chi ne cura la gestione e la manutenzione le quali in un caso del genere risultano sicuramente difficilissime e quindi è da complimentarsi con chi riesce ad attuare un rifornimento idropotabile normale nel migliore dei modi che le precarie condizioni descritte lo consentano .



Quello che colpisce è invece la questione compensazione giornaliera delle portate tramite serbatoi. Come detto, è presente un volume di invaso totale abbastanza consistente per essere in grado di accumulare gli esuberi notturni onde sopperire all'indomani alle punte di consumo. Questa sarebbe la regola e da quanto si capisce dovrebbe essere anche quello che realmente si verifica visto che all'acquedotto elbano si addebitano molte mancanze ma mai viene sollevata la questione della mancanza di serbatoi di accumulo , oltreché stagionale, soprattutto giornaliero. Chi scrive afferma invece che questo è il difetto principale da risolvere. Infatti per adempiere compiutamente il compito indicato e cioè accumulare la notte e colmare le punte il giorno dopo, tutti i sessanta (dico sessanta  serbatoi), nessuno escluso, dovrebbero riempirsi di notte per presentarsi l'indomani alle ore sette di mattino con l'acqua di tutti serbatoi, nessuno escluso, al massimo livello onde poter cominciare subito a far fronte ai maggiori consumi. Particolarmente alle ore 9 di ogni mattina quando i consumi statisticamente sono al massimo, tutti i serbatoi, lavorando in perfetto sincronismo, dovrebbero effettuare il loro massimo svaso. immttendo in rete portate elevatssime ma di breve durata. Questo è solo fantasia perché nella realtà il compito dei serbatoi elbani già citati è quello di riuscite ad alimentare altri serbatoi che vengono dopo e quindi senza alcun riferimento con le richieste dell'utenza.



In pratica assicurare all'Elba il contemporaneo svuotamento/riempimento dei 60 serbatoi facendoli lavorare in perfetto sincronismo è cosa impossibile se non adottando particolari accorgimenti che non risultano affatto presenti all'Elba. La tragica conclusione della presente nota non può essere che questa: qualunque accorgimento venga attuato sia nella costruzione di dissalatori sia di una nuova condotta sottomarina o di qualsiasi altro lavoro che non comprenda dei nuovi capaci serbatoi, l'Elba, soprattutto nel periodo estivo, soffrirà sempre di inevitabili grandi crisi. Purtroppo questa necessità estrema non è percepita e nessun serbatoio è compreso nei programmi ufficiali attuali né in quelli relativi al futuro.



Il futuro deòlrifornimento idrpotabile elbano sarà quindi precario perchè non si vuole risolvere il problema vero che è quello della mancanza si serbatoi-



Marcello Meneghin



 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

RIO, INTERVENTO A DIFESA DELL'AMMINISTRAZIONE DELL'ASSESSORE SIMONETTA SIMONI :



Mi permetto di intervenire sulle vicende che sono presenti sui vari blog e giornali on line e dicerie di cattivo gusto che [...]


 

IL PROGRAMMA DEL MAGNETIC OPERA FESTIVAL :



Isola d’Elba 4- 21 luglio 2021 Settima edizione I “Carmina Burana”, due opere (“L’Elisir [...]


 

RIO , INTERVENTO CRITICO DEL CAPOGRUPPO DI MINORANZA UMBERTO CANOVARO SUL BILANCIO PREVENTIVO 2021 :



E’ sempre un piacere sottolineare la “ completezza” dei resoconti dei consigli comunali, che escono dal Comune [...]


 

INFOELBA PRESENTA LA NUOVA GUIDA DELL’ELBA:



. In vista della prossima stagione estiva, infoelba presenta il suo nuovo progetto editoriale: Guida Isola d’Elba, la nuova guida turistica [...]


 

COSMOPOLI HA DAVVERO BISOGNO DI RINASCERE, E NON PUO’ ATTENDERE OLTRE:



Franca Rosso Il nostro bel capoluogo elbano, ricco di storia e di cultura, sta versando [...]


 

LA NOSTRA SANITA' APPLICATA VIAGGIA A VELOCITA' VARIABILE. Da cuore pulsante come impegno e determinazione a segnare il passo per esitazioni e forse indecisioni. di Francesco Semeraro :



La sanità territoriale, anche se ha ancora alcune cose da risolvere come lo spostamento del Consultorio, sta viaggiando [...]


 

Aeroporto. Le idee e le proposte ci sono, spetta alle Autorità locali renderle fattibili e concrete:



Ing. Boccardo - Amministratore Alatoscana S.p.A. Con la convinzione che i progetti infrastrutturali importanti e determinanti [...]


 

A Rio, il Bicentenario della morte dell’Imperatore Napoleone e il letto imperial di Andrea Lunghi:



In occasione del Bicentenario della morte dell’Imperatore Napoleone I, il Comune di Rio, l’Associazione Culturale Persephone e l’Associazione [...]


 

© 2022 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali