Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

L'ALTRA RIVA DEL MARE di Danilo Alessi:






In quest ’ultimo lavoro di Danilo Alessi uscito per i tipi di Persephone Edizioni, un uomo e una donna, si incontrano e si innamorano, vivendo contemporaneamente altri luoghi e le sponde di molti mari mentre, un recente passato, irrompe dalle pagine “intime” ma “collettive” di “L’altra riva del mare”


 

IL GUARDIACACCIA DI Marcello Meneghin:




Il romanzo di Marcello Meneghin è un intreccio di storie vere e di invenzione o meglio di supposizioni. È la ricerca del nome di un assassino. Un intreccio immaginario che si sposa bene con la magia delle montagne.


 

L'ELBA UNA COLONIA :




L'opuscolo "L'ELBA UNA COLONIA" contiene "L'INTERVISTA A MR. X " E " IL PIANO" dove viene analizzata una situzione che mirava a realizzare un piano di colonizazione che avrebbe smantellato e portato, oltre canale, tutti centri direzionali dall'ufficio turistico APT, ai servizi idrici e alla Sanità ecc E anche come gli elbani sarebbero stati sistematicamente esclusi da ogni incarico direttivo. Visto che tutto si è relizzato come previsto, questa pubblicazione ha avuto un valore profetico.

L'OPUSCOLO PUO' ESSERE INTERAMENTE SCARICATO


 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

LA BALENA BIANCA. E LA CADUTA DELL'ULTIMO CASTELLO:




. la partita a scacchi della politica, dall'elba alla toscana
Claudio De Santi




 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

NAZISMO, FASCISMO E COMUNISMO, E LA DEMOCRAZIA DEL PARTITO DEMOCRATICO

pubblicato lunedì 22 febbraio 2021 alle ore 12:19:10


NAZISMO, FASCISMO E  COMUNISMO,    E  LA  DEMOCRAZIA DEL PARTITO DEMOCRATICO

 



 



Nella  Replica  del Partito Deocratico alla presidente di Confcommercio Elba, Sig.ra Franca Rosso, che ha pubblicato di non aver apposto la propria firma  per la legge  che  vieti  la vendita  di materiale  nazi- fascista, perché  non ci ha  trovato anche  il comunismo.

Il PD  nelle  sua  replica   dice:



 



 



La Presidente, insieme a chi sprezzante si vanta di non aver firmato per gli stessi motivi dimenticano che la loro libertà di dire e scrivere praticamente quel che vogliono, la devono, in buona parte, ai tanti comunisti italiani che dalla Resistenza in poi hanno combattuto, Regime fascista italiano.



“Essere comunisti, in Italia, ha significato per milioni di persone costruire un mondo migliore dove tutti sono fratelli, tutti sono uguali.



 



 



E'    chiaro  che non è possibile mettere sullo steso piano   il Nazismo,   il Fascismo e  il Comunismo     se  questo  vuo dire  che  sono  tutti e  tre  uguali.  Per  essere  precisi  non  è nemmeno possibile mettere sullo   stesso  piano    Nazismo   e  Fascismo,   perché  erano diversi.   Utilizzando un' immagine semplice epopolare,   potremo dire  che potrebbero stare tutti  nell stesso scaffale, in  alto nella  cantina per  sicurezzsa,  quasi irraggiungibile, cioè    come dei fiaschi di vino  che non bisogna  bere,   se  teniamo alla salute.



Mentre negli altri scaffali,  tutti  a  portata  di mano  possiamo mettere   tutti gli altri,  che benché   non di marca,   si possono  bere   senza  problemi



Fuori di metafora   possiamo dire  che  è vero che  il  Partito Comunista  Italiano  ha  contribuito  a  costruire  la  democrazia   nel nostro paese. Ma ,  mentre  fuori  dei nostri confini ha  commesso  crimini, in Italia,  nell’esercizio del potere,   si è limitato a non essere democratico e spesso vendicativo.



 Per loro ,  coloro  che non erano comunisti  non erano degli avversari politici, con i quali,dopo avere  discusso,  si sarebbe andati  insieme  a prendersi un aperitivo . . No.   Quelli  erano  nemici  e  dovevo essere   combattuti  con tutti  i mezzi.



 



 Localmente, negli ultimi decenni i comunisti  hanno dato  esempi nei  riguardi della stampa:



chi  non la pensava  come loro era  la  guerra.  Durissima  fu  quella  portata avanti per anni ,  contro  Cosmo Radio che aveva  lo scopo di farla chiudere .



Questa  vicenda di Franca Rosso  che  vede  delle somiglianze   del comunismo con i nazi fascismo   noi  lo abbiamo utilizzato   nel pezzo   che segue   pubblicato  sul il numero speciale  di Cosmopoli. Dopo  che  l’amministrazione   Comunista  ci avevi  dato  lo sfratto per  far  chiudere   Radio  e  Giornale .



 E  anche adesso  che del  Partito Comunista non è rimasto  che  una specie di  reduce   invecchiato  che aiutato da  qualche  giovane  volenteroso, agita  le   mani malferme  e che vede  ancora  gli avversari  politici  come nemici. Questa  testata sono oltre  un decennio non riceve  un Comunicato stampa del Partito  Democratico.



 



 



 



 



  



Numero speciale  di “Cosmopopli”   del 2 Luglio 1994 pubblicato  per mettere  a  conoscenza  i lettori e  gli ascoltatori  di Cosmoradio  che  l’Amministrazione  Comunista  di Portoferraio  aveva  sfrattato  radio e   giornale  costringendoli alla chiusura. Furono stampate migliaia di copie. Gli ascoltatori di Cosmoradio  fecero una  grande   raccolta di firme   che costrinse  l’amministrazione  a  fare  un passo indietro



 



 



 





 



 



 



Ai lettori



Dobbiamo innanzitutto delle scuse ai nostri lettori: avremmo dovuto essere in edicola con il secondo numero di "Cosmopoli" ma siamo stati bloccati da questa decisione della Giunta di scacciarci dal Forte inglese.



Siamo stati costretti ad interrompere gli ultimi ritocchi alla rivista e cercare di difenderci come possiamo. Abbiamo pensato che la cosa più giusta da fare era di raccontare tutta la verita ai nostii lettori con questo numero straordinario di ”Cosmopoli".



Bisogna dire che,questo giornale, tentando di fare della satira comunque ha già stabilito un primato: quello di perdere a sede dopo il primo numero. E cio iostra che per quanto ruspante, come deve essere una rivistina di provincia, qualche effetto lo ha raggiunto. I signori del palazzo hanno perso la   testa e ci scacciano dalla sede. E ciò sta, lo sappiamo, nei rischi di chi fa informazione e satira ma non sta nelle regole della democrazia.



Qualcuno di noi, in reazione, ha proposto di patteggiare la pena. Chiedere cioe non una  pena mascherata, come puo essere lo sfralfo, ma una pena vera, una pena virile, una pena chiaramen- te di destra, che sarebbe anche in armonia con il nuovo clima politico : mezzo litro di olio di ricino che ciascun componente la redazione dovrebbe bere nella sede del PSI o del PDS. Per coloro che vedessero una contraddizione fra una pena, ritenuta di destra, applicata dal potere di sinistra, rispondiamo che la  purga, per i suoi beneiici efetti fu utilizzata largamente, come tutti sanno, anche dai regimi comunisti. Quindi nessun pericolo, per i nostri amministratori, di porsi in contrasto con la grande tradizione ideale dove la Quercia affonda le radici.



affonda le radici.



 



 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

AL'ELBA UN DISSALATORE IN LUOGO DI UN ACQUEDOTTO Sembra quasi inconcepibile in tema di acquedotto che si voglia imporre all’Isola un rimedio di questo genere quando l’acqua piovana all’Elba ha un volume nell’anno, multiplo rispetto a quello di tutte le esigenze invernali e estive di Alberto Zei :



La suggestiva bellezza dell’ Elba e la zona agroturistica del Pian di Mola Se qualcuno avesse ritenuto che l’Ente [...]


 

E’ LA PIANA DI MOLA ?:



Molti anni fa, forse negli anni ’80, dipinsi questo quadro. Si tratta della [...]


 

GRANDI LAVORI A LIVORNO:

Molti anni fa, forse negli anni ’80, dipinsi questo quadro. Si tratta della [...]


 

OLTRE 1000 CITTADINI A FAVORE DEL CANILE - GATTILE:



E’ già passato oltre un mese dall’ultima riunione della GAT e a tutt’oggi nessuna nuova convocazione in vista. Il [...]


 

LA RIVISTA MENSILE FORMICHE DEDICA IL NUMERO DI FEBBRAIO A NAPOLEONE:



Scritto da Segreteria del Premio Elba - BrignettiMercoledì, 24 Febbraio 2021 10:31 La rivista mensile Formiche ha dedicato [...]


 

Un altro riconoscimento per il romanzo inedito “Quello che non sai di lei”. di Alessandro Pugi :



“Partecipare ai concorsi, mettersi in gioco con centinaia di aspiranti, è una soddisfazione, soprattutto quando vedi premiati [...]


 

IL RELITTO DEL III SECOLO SCOPERTO A PUNTA CERA. È ON LINE UNA RICERCA DI MICHELANGELO ZECCHINI :



Dopo l’edizione digitale dei relitti di Procchio, Chiessi, S. Andrea, Porto Azzurro, oggi Michelangelo Zecchini [...]


 

LA REPLICA DI ITALO SAPERE AL DIRETTORE DEL PARCO CHE NON VEDE NELLA REALIZAZZIONE DEL DISSALATORE DI MOLA PERICOLI PER L'AMBIENTE :



Rispondo al Direttore del Parco, allegando la lettera di ASA in originale, spedita dopo il primo parere “critico” espresso dal Parco. [...]


 

© 2021 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali