Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“BALENE ALL’ELBA” :





Balene all’Elba è il titolo di un libro di Antonello Marchese, adesso in vendita nelle librerie. Fin dalla presentazione che si è tenuta alla Gran Guardia di Portoferraio, ha suscitato un grande interesse.


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

COME DIFENDERSI DALLE “STRONZATE”SENZA ANDARE IN CRISI di G. Muti

pubblicato domenica 24 giugno 2018 alle ore 11:53:02


COME DIFENDERSI DALLE “STRONZATE”SENZA  ANDARE  IN CRISI  


di G. Muti

 



Quando, di  fronte  ad  un fatto  diciamo:  questo non mi va giù.   Vogliamo dire   che   non ci piace  e  che, se  fosse   un pasto non lo mangeremmo  mai.  Ma   quando una situazione   ci costringe   a  farlo,  allora     diciamo di avere  “ ingoiato un boccone  amaro , e  che  non  riusciamo  a digerirlo” .



Quando  una  situazione  sgradevole , che sentiamo  di non  poter accettare,  ci fa  pensare ad un cibo immangiabile,  è segno che  dentro di noi,  è entrato in allarme  un istinto primordiale. L’impulso naturale  dell’uomo  si  avvicinava  al  cibo  con prudenza,   come  l’ animale  prova  da una serie di  elementi,  se è mangiabile  o   pericoloso. Un  istinto infallibile che si  è trasformato  nei secoli, ma che  è una  garanzia per la nostra  sopravvivenza.



Purtroppo,  nella  vita, quando si presentano queste  situazioni, non  si  tratta di  bocconi amari  che  potremmo  semplicemente  liberarcene  sputandoli,  ma di qualcosa  di  impalpabile  che entra dentro di noi e  che  si agita  creando  confusione, inquietudine, rabbia e, a volte, ci fa sentire  soli e indifesi. Un  qualcosa  che sporca  i cieli limpidi della nostra  serenità, e  il toscano colto chiama  STRONZATA.



Non si tratta  solo  di  qualcosa  che non condividiamo  e  riteniamo un errore.  Ma di  qualcosa  di più complesso che  rimanda  a   carenze  culturali, o  peggio, che deriva  da una  cultura che offende, in un  solo colpo, il valori nei quali crediamo sia  la nostra   visione del mondo.  E pur  non essendo, a  volte, il   prodotto  di cattiveria,  egoismo od altro, può  incidere negativamente sul nostro  stato d’animo  e  condizionare  il nostro comportamento.



Fortunatamente  il nostro organismo  può   attivare  un meccanismo di autodifesa,  come fa l ’intestino  contro i cibi indigeribili.  Il problema  nasce  quando  questo  meccanismo  entra  in crisi per  troppo lavoro.  Purtroppo,  negli  ultimi  anni,  il  fenomeno  si  è  aggravato e  sta diventando  un grave  problema sociale.



Parlo  di  questo perché  anch’io  ho  dovuto  fronteggiare  in  uno solo giorno  3 stronzate  una più  grossa dell’altra:  le  cito  in modo telegrafico  per non  entrare  in crisi.





  • Prima . Una   gigantesca  ruota  dentata simbolo del  “Rotary  Club”  istallata sul  porto  in modo che sia la prima  cosa  che  vede chi scende dalle navi, come se  la Città  Medicea  potesse  identificarsi   con  il simbolo del  “Rotary”.




  • Seconda.  Ad  Oriana  Fallaci,  che  odiava  gli islamici  perché li riteneva pericolosi  e  fanatici  fino   ad  essere pronti  alla morte, gli  è stata  intitolata  una piazza al canto “Stringiamci a coorte!  Siam pronti alla morte... ripetuto  ben 5 volte.



     



     




  • Terza.  A qualche metro   dalla Porta  Medicea,  importane  simbolo  rinascimentale, sono stati inseriti   sulle soglie delle finestre  di un ex  banca  degli  aculei DISSUASORI, non   contro  i  piccioni  ma contro i   bambini che ci si  arrampicavano, evidentemente  visti come degli animali. (Va  beh! Trump, dopo averli strappati dalle  braccia delle madri  li  ha messi  addirittura nelle gabbie...quindi   non  esageriamo).



     



    Naturalmente,  la stronzata  è   una percezione.  Infatti nasce  da  una valutazione  personale.  Non posso  escludere che, scrivendo  questo pezzo, di averne  fatta  una  bella grossa. Beh.  a  questo  punto, mi piacerebbe  che  qualcuno me lo confermasse  e  mi  dicesse  perché,  e ,  se lo sa,  com’ è possibile difendersi dalla stronzate  senza far danni?



     



     






« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

L'EX SINDACO DI PORTOFERRAIO GIOVANNI FRATINI, FA ALCUNE DOMANDE ALL'ATTUALE SINDACO DI PORTOFERRAIO MARIO FERRARI :



Caro Sindaco, scusami, ma sento il bisogno, come semplice cittadino che ha il “vizio” di seguire con una certa attenzione le vicende [...]


 

LA SCOMPARSA DI GINO BRAMBILLA:



PORTOFERRAIO — Ieri, martedì 1 Gennaio 2019, e deceduto Gino Brambilla, classe 1928, milanese di origini si [...]


 

SCENARI COMPLESSI SI APRONO IN VISTA DEL RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PORTOFERRAIO, DOPO IL FALLIMENTO DELLA MAGGIORANZA IN CARICA di Danilo Alessi :



A pochi mesi dal voto per il rinnovo del consiglio comunale, a Portoferraio l’unica cosa certa è il progressivo disfacimento [...]


 

COPERTE DORATE E CIOCCOLATINI di G.Muti:



Il colore della pelle dei neri fa pensare al cioccolato. I neri in America, [...]


 

SI E' CONCLUSA DOPO 20 ANNI LA VICENDA GIUDIZIARIA DEL PRIMARIO TAGLIAFERRI LICENZIATO PER MANCATA ATTIVAZIONE DELLA TAC ALL'ISOLA D'ELBA :



Non attivò la TAC all'Elba, la Cassazione (dopo 20 anni) gli dà torto Scritto da Notizie USL Lunedì, 07 Gennaio 2019 [...]


 

OLTRE IL CANCELLO, IL POTERE DEI GILET GIALLI A PORTOFERRAIO di G.Muti:



Ho assistito, per pure caso, a questa scena che si svolta davanti al [...]


 

PORTOFERRAIO, IL SINDACO FERRARI RASSICURA I DIPENDENTI DELLA COSIMO DE MEDICI :



Il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari ha incontrato nella mattinata di lunedì 31 dicembre una folta delegazione dei dipendenti della [...]


 

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, QUANTO CI COSTA? di Andrea Ghini :

(Quello che segue è il secondo articolo che andrea Ghini pubblica Elba Notizie. [...]


 

© 2019 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali