Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“BALENE ALL’ELBA” :





Balene all’Elba è il titolo di un libro di Antonello Marchese, adesso in vendita nelle librerie. Fin dalla presentazione che si è tenuta alla Gran Guardia di Portoferraio, ha suscitato un grande interesse.


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

MINIERA EURIT, FILLEA LIVORNO: "ANDARE AVANTI CON IL PERCORSO AUTORIZZATIVO. A RISCHIO OCCUPAZIONE E AMBIENTE"

pubblicato venerdì 9 novembre 2018 alle ore 00:03:50


MINIERA EURIT, FILLEA LIVORNO:

 



 



8 novembre 2018 La Fillea-Cgil provincia di Livorno chiede con forza di andare avanti nel percorso autorizzativo per lo spostamento del fronte miniera Eurit di Porto Azzurro, ultima risorsa mineraria dell'Elba. Il territorio non può permettersi pericolose frenate. L'incomprensibile e ostinata posizione assunta dall'ente Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano potrebbe compromettere tutto il progetto con inevitabili ripercussioni negative sia dal punto di vista occupazionale che ambientale. A rischio infatti ci sono i 18 dipendenti diretti della Eurit più un'altra novantina di lavoratori dell'indotto (i primi contraccolpi negativi potrebbero colpire una quindicina di addetti di una cava di Grosseto legata proprio alle lavorazioni Eurit).



La speranza è che non si voglia condannare un'azienda fino a due anni fa prospera a un declino forzato dovuto alla superficialità di un ente che si sta dimostrando lontano dalle problematiche sociali della nostra comunità.



La morte dell'attività estrattiva potrebbe poi determinare preoccupanti ripercussioni anche di natura ambientale: quell'area infatti non può essere abbandonata a sè stessa, dev'essere vissuta e mantenuta costantemente sotto controllo. Quell'area va insomma "vissuta". Ricordiamo inoltre che la miniera non si trova all'interno del Parco ma soltanto ai suoi confini.



Alcune posizioni ambientaliste sulla questione ci sembrano dunque forzature pretestuose prive di scientificità e logicità: non è così che si migliora e si rende più sicuro l'ambiente. Il progetto Eurit non è affatto impattante così come vorrebbe far credere qualcuno: esso infatti prevede lo spostamento del fronte miniera di una cinquantina di metri e il ripristino ambientale del vecchio fronte. La politica di diniego dell'ente rischia di creare soltanto un impoverimento progressivo del territorio isolano. L'ente appare barricato dietro a una posizione d'intransigenza assoluta: inconcepibile questa sua chiusura nei confronti dell'azienda. Siamo sicuri che il mantenimento del dialogo permetterebbe di trovare una soluzione costruttiva della vicenda, magari tramite l'inserimento di integrazioni al progetto. Le attuali tecnologie rendono infatti perfettamente realizzabile un giusto compromesso tra lavoro e ambiente.



Il prossimo 12 novembre, in occasione della Conferenza dei servizi, organizzeremo quindi in Regione un'assemblea per accendere i riflettori sulla questione e per evidenziare tutte le conseguenze negative che potrebbero derivare dallo stop al progetto. Invitiamo tutti a partecipare. Il territorio elbano non può permettersi passi indietro.



 



Segreteria Fillea-Cgil provincia di Livorno



 



 



 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

CON L’ULTIMA SENTENZA DELLA CORTE DEI CONTI, LA VICENDA RIESE E’ DEFINITIVAMENTE CHIARITA: CLAUDIO DE DE SANTI AVEVA RAGIONE di Marco Sollapi:



Io seguo con curiosità le vicende politiche dell’Elba perché ritengo che l’isola, come [...]


 

PORTOFERRAIO: "I CONSIGLIERI COMUNALI NON HANNO UN DIRITTO INDISCRIMINATO E ASSOLUTO DI ACCESSO AGLI ATTI" di Luciano Rossi:



Recentemente sono comparse sulla stampa e sui social network polemiche circa il diniego dell’esercizio di accesso agli atti per [...]


 

IL DINOSAURO MORENTE:



L'immagine è ripresa dall'incipit di un articolo di Vittorio Falanca [...]


 

STORIE AMARCORD NEL LIBRO SU PORTO AZZURRO DI FABRIZIO GRAZIOSO:



Un tuffo nel passato, con un cocktail di emozioni e ricordi e qualche lacrima di commozione. Questo in sintesi il resoconto della presentazione [...]


 

PER DESTAGIONALIZZARE BISOGNA ESSERE UNITI E FARE SQUADRA di Giovanni Fratini:



Qualche tempo fa, in una intervista rilasciata al “Corriere Elbano”, il Presidente della Associazione allbergatori, Massimo [...]


 

LEONARDO DI CAPRIO A RIO MARINA:



( Fonte ANSIA NEWS AGENCY) Leonardo Di Caprio, il grande attore hollywoodiano è [...]


 

CAMBIO DI ALLENATORE ALLA GESTIONE ASSOCIATA PER IL TURISMO Alessandro Ghini:



Cosa è successo alla Gat? Utilizzando una metafora sportiva molto nota si direbbe [...]


 

A PROPOSITO DELLA " VILLA RUSTICA " DI SAN GIOVANNI di Maria Gisella Catuogno:



Lo Scavo di San Giovanni, per il settimo anno consecutivo, e grazie al lavoro del professor Franco Cambi, della dottoressa Laura [...]


 

© 2018 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali