Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

LA BALENA BIANCA. E LA CADUTA DELL'ULTIMO CASTELLO:




. la partita a scacchi della politica, dall'elba alla toscana
Claudio De Santi




 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

ANCORA SUL DEGRADO DEL CENTRO STORICO PORTOFERRAIO UNA LUNGIMIRANTE ANALISI DI SERGIO BICECCI

pubblicato martedì 20 ottobre 2020 alle ore 16:00:36


 ANCORA  SUL DEGRADO   DEL  CENTRO STORICO  PORTOFERRAIO  UNA LUNGIMIRANTE   ANALISI  DI SERGIO BICECCI







 



 



Questo  articolo  di Sergio Bicecci pubblicato  nel  2013  è un   bell'esempio di come   si dovrebbe   denunciare  un problema, in questo caso il degrado di Portoferraio. Non  ci si dovrebbe   limitare a  metterlo in evidenza con discorsi  o fotografie , ma se ne  dovrebbe  anche  analizzarne le   cause  che  lo hannno provocato. E, come  fa  Bicecci,   prevederne  i possibili sviluppi negativi, e    anche suggerendo  possibili  soluzioni. Cosa  che non viene  fatta    in  questo periodo dove, coloroo che  intervengono,    mascherandosi  a  volte  da  Serdine  in questo caso da   Pasquini  si limitano   a  puntre il dito contro  il probema e   diffonderne  le  foto  e lasciando, così,   credere che  la responsabilità  sia  all'attuale amministrazione.)



 



 



 



 



PORTOFERRAIO - IL DEGRADO DEL CENTRO STORICO E L’OSSESSIVA CECITA’ E LA PRESUNTUOSA AUTOSUFFICIENZA DEGLI AMMINISTRATORI di Sergio Bicecci



pubblicato venerdì 11 gennaio 2013 alle ore 09:15:36

 










PORTOFERRAIO -  IL DEGRADO DEL  CENTRO STORICO  E  L’OSSESSIVA   CECITA’ E LA  PRESUNTUOSA  AUTOSUFFICIENZA DEGLI AMMINISTRATORI      di   Sergio Bicecci <br/><br/>




Mi collego a quanto pubblicato dall’amico Nannoni circa la perdurante situazione del Centro Storico di Portoferraio e vorrei aggiungere, a quanto da lui giustamente osservato, che il dramma del “ dentro le mura” persiste ormai da decenni, tanto che parlarne ancora rasenta la retorica.  Infatti   anch’ io, ormai in pensione, ne ho sempre lamentato e scritto ripetutamente. Per 39 anni ho  fatto parte di quella categoria di piccoli commercianti che per lungo tempo sono stati invisi perché ritenuti approfittatori, pretenziosi, capaci soltanto di lamentarsi e fare soldi a  danno della città.



 



Mi si consenta perciò di ricordare ai lettori di questo pezzo quanto scrissi nel vecchio “Corriere Elbano” del 1991 e riproposto dai Giornali  on line locali il 30 luglio 2012, perciò rivisitabile.  Era una analisi di 21 anni fa fortemente critica  sui provvedimenti che già allora le  Amministrazioni, sorde ad ogni richiamo, facevano cadere come fendenti, sul Paese. Salvo pochi particolari, vedi il trasferimento della Posta di pochi anni fa, già allora avevamo uno stato di fatto sovrapponibile a quello odierno. Ciò che adesso mi appare sorprendente è che  dopo tanti anni di indifferenza si tenti di addebitare il degrado del Centro Storico ai commercianti stessi e sui proprietari dei fondi, i quali  richiederebbero canoni eccessivi. Quindi sarò ripetitivo, ma individuo una sola responsabilità, da addebitare invece alla ossessiva cecità, alla presuntuosa autosufficienza degli Amministratori.



Quelli attuali ereditano e perpetuano tale politica e ancor peggio sono convinti che con arredi discutibili, vasi per fiori ed altro si modifichi in positivo la vita del Paese. Vorrei domandare loro quali e quante  volte anche le loro famiglie sentono la necessità di venire nel C.S. per acquisti od altro.  Vorrei domandare loro dove fanno la spesa, dove prendono il caffè, dove si vestono, dove hanno il parrucchiere, dove comprano il giornale, etc, etc. E allora, se questa è la realtà e non ci confrontiamo con essa e risolviamo  lacune conseguenti, Portoferraio non avrà  avvenire. Ma questo tutti l’abbiamo capito, da anni,  tutti meno coloro che, per mandato, avrebbero dovuto capirlo molto prima di noi invece di spendere il tempo a sottrarre linfa vitale al paese e alle piccole attività locali.



 



 Mai alcuno di questi si è domandato quanto i loro provvedimenti avrebbero inciso sulla vita del Centro Storico. Unico ultradecennale perseguimento è stato la lotta al traffico veicolare con articolazioni cervellotiche, chiusura del Centro, zone ATL, studi molteplici e costosi  per il traffico, come se Portoferraio fosse una Livorno qualsiasi, non considerando che ha soltanto una sola strada di entrata e uscita.



Contemporaneamente nessun progetto è mai stato intrapreso per compensare la perdita di  Enti  di Pubblico Interesse ed altro, al fine di evitare la lenta e inevitabile agonia del C.S. Ed è per questo che Portoferraio è una città invecchiata, priva di ogni intervento che desti continuo interesse locale e turistico. Visto che ormai diverse attività hanno chiuso e altre lo faranno e tanti locali sono e resteranno vuoti, quali iniziative ha mai preso o prenderà  il Comune per stimolare  l’apertura di nuove attività



Esenta o facilita per periodi stabiliti il  pagamento del suolo pubblico?  della pubblicità? delle Insegne? O cos’altro? Troppo facile parlare di crisi, ora, degli affitti alti, ora. Ma il  dramma è che i portoferraiesi non visitano Musei, Fortezze e Pinacoteche mal gestite e il Centro Storico ha ben poco d’altro da offrire se non desolazione e l’aspetto di un paese semi abbandonato che sopravvive esclusivamente grazie proprio a quei pochi commercianti rimasti. 



Noi tutti, in particolare chi di dovere, avremmo bisogno di immedesimarci con la fervida fantasia del fondatore della città , Cosimo dei Medici e dei suoi architetti Bellucci e Camerini, se non altro per riportare la pluvialità del Paese al progetto originale, quando nella Piazza Cavour  e nelle scalinate l’acqua e quant’altro di disdicevole non invadeva  piazze e strade, quando il pedone poteva accedere alle parti alte del paese senza camminare contro un fiume discendente.



 



Sergio Bicecci  19/01/2013



 



 




 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

GLI ANZIANI AL FREDDO E AL GELO ?:



Si legge in un post su CAMMINANDO : “Costretti da giorni al freddo ( e che freddo) a causa dei [...]


 

Le torte del panificio pasticceria Nocentini sbarcano in Giappone:



Proprio in questi giorni, le torte della pasticceria Nocentini arrivano in Giappone. La storica azienda elbana, ha fatto [...]


 

LA VICENDA RIESE, COLUCCIA, CHIASSONI E LE 8 DOMANDE SU FATTI INCONTROVERTIBILI E CONCRETI di Ivano Arrighi :



Chiassoni e a quanto pare anche Coluccia questa volta, dai e dai, e forse anche Alessi visto il suo “like” sull’articolo, [...]


 

ANCORA POLEMICHE DEI VECCHI AMMINISTRATORI DI RIO CONTRO DE SANTI E IL SUO IMPEGNO A PORTOFERRAIO IN DIFESA DI FERRARI di Andrea Ghini:



La vicenda di Rio è tornata sulle pagine dei giornali [...]


 

PORTOFERRAIO, L’AMMINISTRAZIONE CHE AVEVA NEL SUO PROGRAMMA LA SOLUZIONE DELL’ EMERGENZA ABITATIVA METTE IN VENDITA 3 APPARTAMENTI NEL CENTRO STORICO di Giovanni Fratini :



Nei giorni scorsi ho letto il bando con cui l’Amministrazione comunale annuncia di voler mettere in vendita alcuni [...]


 

IL LIBRI COME POLTRONE SOFA’ di Danilo Alessi:



Siamo un Paese dove più della metà degli abitanti non legge nemmeno un libro all’anno e undici milioni tra i 15 e i 64 anni [...]


 

INSUFFICENTI LE ASSUNZIONI FATTE DALLA REGIONE E DALL’ASL:



Livorno, 15 novembre 2020 In relazione alle assunzioni fatte dalla regione e dall'Asl durante il [...]


 

GRUPPO LEGA: “ IL CONSIGLIERE REGIONALE MARCO LANDI E’ IL PORTAVOCE DELL’OPPOSIZIONE: VOTO UNANIME DI TUTTO IL CENTRODESTRA” :



Il Consigliere regionale della Lega, Marco Landi, col voto unanime di tutto il Centrodestra, è stato eletto in qualità [...]


 

© 2020 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali