Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“BALENE ALL’ELBA” :





Balene all’Elba è il titolo di un libro di Antonello Marchese, adesso in vendita nelle librerie. Fin dalla presentazione che si è tenuta alla Gran Guardia di Portoferraio, ha suscitato un grande interesse.


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

COME PROTEGGERE L’ISOLA DALLE CONTAMINAZIONI di G. Muti

pubblicato giovedì 5 marzo 2020 alle ore 10:51:12


COME PROTEGGERE L’ISOLA DALLE  CONTAMINAZIONI  di G. Muti

 



 



L’iniziativa  di   “Vacanze assicurate”   di  fare  un’assicurazione  ai  turisti  che  vengono all’Elba  e spiegata in questo  modo:



 



 vantaggiosa dal punto di vista economico e studiata appositamente per la destinazione Elba, che permetta ai turisti di prenotare la propria vacanza e contestualmente di stipulare la Polizza Assicurativa con la sicurezza di potersi vedere restituire l’importo versato per il soggiorno.



Questo avverrebbe in seguito a varie situazioni negative che si venissero a creare come, ad esempio, nell’evenienza di malattia del turista o suo familiare oppure qualora si verificasse un caso di CoronaVirus nella struttura scelta, ecc. ecc. In questo momento si sta lavorando, con primarie compagnie assicurative del settore, per definire nei particolari le condizioni e le clausole della polizza.



 



Questo  è un aspetto  che ha  la  sua  importanza,  ma  il cliente  che  viene  all’Elba,  magari con la  famiglia, non penserà solo al denaro. Logico  che lo  facciano gli  imprenditori,  ma  è   quasi  certo che il  turista  si  porrà  un'altra domanda:



 



    Cosa  succede  se io,  o uno della mia  famiglia,   ci beccassimo   il  Corona virus?  Bene  i  soldi restituiti,  ma per   il resto? Quale  tipo  di assistenza  riceveremmo? Il sistema sanitario  elbano è,   o non è,  all’altezza  di fronteggiare   una situazione  critica,  come lo  sono altre  zone  d’Italia?



 



 Viste  le  condizioni  in cui versa la nostra  sanità elbana,  è  difficile  rispondere senza  vergognarci. Vergognarci  per  avere  permesso che  venisse   smontata   pezzo pezzo  e  portarla  oltre  canale.  



 



Nel  corso  della conferenza  stampa  di ieri mattina  il  Sindaco di Portoferraio  Angelo Zini  ha  detto  che  le strutture sanitarie dell'isola, “ sono  preparate  ad  affrontare   anche l'eventuale conclamarsi di qualche caso.  Questi   sarebbero passaggi della trafila :     si avverte  medico curante  che  chiama  il  118 ;  l’autoambulanza  lo porta   ospedale ( nella tenda triage)  segue  il trasferimento  in continente con elicottero militare . E questo  per  quanto riguarda  un caso conclamato.  



 



Quello che non è stato spiegato è  cosa  è previsto   quando  si tratta  di un caso sospetto. Si pensa  forse  di  tenerlo  all’Elba  facendo tamponi e poi  aspettando la conferma.    E  anche la  risposta  poi  fosse  negativa,     il  caso  finirebbe  sui giornali,   un responsabile  dell’ospedale di Portoferraio  sarebbe    intervistato  dai  giornali  e la  notizia    finirebbe  sul notiziario ario  regionale della Rai e   poi  su  le  testate  nazionali   E  questo,anche se  si trattasse  di  un solo caso,   come  dice  il sindaco  di  Porto Azzurro  Papi,   sarebbe  un disastro  apocalittico.



 



Quindi visto  le  condizioni  in cui verso la nostra  Sanità  e  del  danno immenso che farebbe alla stagione   turistica, al minimo sospetto che un  persona potrebbe  essere contaminata  dovrebbe  essere   immediatamente  portata  oltre canale  dove può  essere   adeguatamente  curata. Come  facciamo  anche noi  “indigeni” quando abbiamo  bisogno di cure che non possiamo avere nell’isola, dove,  come  abbiamo visto, la sanità  è stata  smantellata.



 



Naturalmente io  so che ,  non essendo un virologo ne’ un addetto  ai lavori, in un problema  così  complesso,  possono esserci aspetti  che mi sfuggono.



 Comunque ho voluto   evidenziare  questo aspetto  che, da  quello che  ho letto,  non  mi sembra    sia  stato adeguatamente  affrontato .



 



 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

POTEVA ESSERE UN'ISOLA FELICE. di Paolo Ferruzzi:



Purtroppo ho saputo adesso che un caso si è verificato a Rio. Da un lato c'è l'incoscienza di coloro che all'improvviso [...]


 

QUALCHE OSSERVAZIONE SULL'INTERVENTO DI ROMANO BARTOLONI CONTRO L'ELBA "BLINDATA" di Marco Sollapi:



Leggo su Elbareport un intervento di Romano Bartoloni sul problema creato dai detentori [...]


 

LE PANDEMIE, LE GUERRE IL MALE DEL MONDO E L’INVOCAZIONE DIVINA di Luciano Gelli:



Nel ventesimo secolo si sono verificate tre pandemie influenzali, rispettivamente nel 1918, 1957, 1968 denominate in base [...]


 

LETTERA APERTA DI DON SERGIO TRESPI, PARROCO DEL DUOMO DI PORTOFERRAIO, INDIRIZZATA A TUTTI I FEDELI, VISTO IL PARTICOLARE MOMENTO CHE LA COMUNITÀ CRISTIANA STA VIVENDO.:



Cari parrocchiani, il momento che stiamo vivendo ci tiene separati fisicamente, ma non nello spirito. Ogni sera, celebrando la Santa [...]


 

LA POLIZIA DI STATO NEI SERVIZI DI PREVENZIONE PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS:



Portoferraio, 14 marzo 202 Polizia di Stato: Servizi di prevenzione per “emergenza epidemiologica da “covid-19” [...]


 

IL SINDACO DI PORTOFERRAIO ANGELO ZINI ANNUNCIA UN CONSIGLIO COMUNALE URGENTE:



Abbiamo attivato una procedura di urgenza per poter portare all'approvazione il Bilancio Consolidato 2018, bloccato fino ad adesso [...]


 

L’ELBA AL TEMPO DEL CORONAVIRS, UNA ANALISI DELLA SITUAZIONE ED ALCUNE DOMANDE DA PORSI di Sergio Bicecci:



Da qualche anno non scrivevo una riga sullo stato della sanità nella nostra isola. Mi costa farlo adesso perché [...]


 

MOLTI PARCHEGGI DI PORTOFERRAIO ASSEGNATI AI SERVITORRI DELLO STATO IN DIVISA di Giovanni Fratini (ex sindaco di Portoferraio):



Il 20 novembre dello scorso anno ho trovato sul parabrezza della mia autovettura parcheggiata davanti alla ex caserma dei [...]


 

© 2020 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali