Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“BALENE ALL’ELBA” :





Balene all’Elba è il titolo di un libro di Antonello Marchese, adesso in vendita nelle librerie. Fin dalla presentazione che si è tenuta alla Gran Guardia di Portoferraio, ha suscitato un grande interesse.


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

LA SELEZIONE DELLA CLASSE DIRIGENTE ALL’ELBA E UN PROBLEMA IRRISOLTO di G.Muti

pubblicato venerdì 12 aprile 2019 alle ore 11:14:59


LA SELEZIONE  DELLA CLASSE DIRIGENTE  ALL’ELBA  E  UN PROBLEMA  IRRISOLTO di G.Muti

 



E’  certamente  un  problema   irrisolto  perché sono  errati   i  meccanismi  utilizzati  per  affrontarlo.Negli ultimi  20 anni   questa  idea  è stata   ripetuta   infinite  volte, ma  ad  ogni volta   che ci avviciniamo ad  un confronto elettorale,     quando si  devono fare della scelte,    il problema  esce  dalle  affermazioni astratte  e  diventa   reale. Nel caso delle amministrative la   scelta è molto   importante perché il  capolista   potrebbe diventare  sindaco della  città.



 



Prima della  crisi dei partiti,   questo   avveniva al loro interno, ma    dopo un dibattito serio. All’Elba     questo, però,  non bastava  perché  per  l’ok  definitivo  ci  voleva  anche   l’approvazione  dei dirigenti provinciali. E  questo  si  può capire,  avendo  i partiti un’organizzazione  interna  gerarchizzata.



 



Detto  questo,  c’è  da  chiedersi  se, nel  caso dell’Elba,    questa   subordinazione  avveniva   nella correttezza   o vi era, invece,   una sottomissione  completa   ai capi d’oltre  canale.Il movimento  Elba  2000,  forse  sbagliando,     ha sempre accusato i  dirigenti del  Partito Democratico,   nei suoi  diversi nomi,   di essere, in realtà,   come     delle  Truppe  Cammellate alla  briglia dei loro dirigenti d’oltre  canale.



 E  questo potrebbe sembrare  un’ esagerazione, ma se pensiamo, per fare un esempio,  all’accettazione  del Parco Nazionale  istituito  con  una legge  centralista  che, di fatto,   espropria  gli elbani  di metà  della loro  isola,   tutto  appare  più  chiaro.  



Questa sopraffazione   avveniva  meno nei partiti  di  Centro Destra  perché  erano più  deboli sul piano   organizzativo  e  , soprattutto,  non avevano,  qui all’Elba,  potere  da  utilizzare  per  imporre scelte.



 



Adesso,  che   la    presenza del partiti   è più  debole,  la sinistra  a  Portoferraio  si è  organizzata  autonomamente per scegliere  il candidato  per le prossime elezioni.



   Ma  una  scelta    fatta ,solo  all’interno dell’elite  dell’ ex  partito, senza un confronto con  quella,  che  una volta,  si chiamava  la base. E  questo non è privo di significato.



 



Zini  può andare  benissimo, ma poteva essere  Alessi, Fratini,  Antonini, Marotti  per  rimanere  nel l’usato sicuro, ma  anche  una  persona  nuova  un giovane,    una donna  la Giuzio  per esempio. Ma  così  non è stato   a dimostrazione   che  i metodo  per la selezione   dei “capi”  è   ancora   inadeguato. 



 



IL  CENTRO DESTRA



 



Ma l’esempio più  allarmante  arriva, questa volta,   del   Centro Destra  dove    alcuni personaggi  si sono mossi  in modo sorprendente     ponendosi   capo  di   virtuali liste  di centro destra, senza  naturalmente   farle  precedere  da  dibattito,    a parte    quello all’interno del solito   gruppetto di amici.  E, un volta  resisi conto  che  presentandosi con  più  liste     rischiavano la  sconfitta,  invece di confrontarsi  e scontrarsi,   magari anche duramente,  hanno fatto  qualcosa  di assolutamente  incredibile.



Hanno preso il vapore e sono andati a Livorno   e  postisi davanti ai  dirigenti di   Forza  Italia   e  Lega Nord     hanno chiesto chi,  secondo loro,   doveva  fare il sindaco  di Portoferraio. 



 



E  quelli che  nulla conoscono   della  realtà   elbana, ne’  sanno chi sono questi peonaggi, li  hanno  guardati  un po’,  li avranno  anche squadrati da capo a piedi  e  poi,  dopo  una lunga pausa, hanno indicato  Meloni.  Risultato? Meloni candidato e  contento , gli altri incazzati  fuori dalla coalizione,  quindi fallimento completo. Bisognava andare  a Livorno  per  questo risultato?. A  questi livelli non ci erano  arrivate neanche le truppe cammellate  della sinistra.



Naturalmente   poco sarebbe cambiato se ne  avessero   scelto un altro:   non parliamo del valore  dei personaggi, ma del metodo utilizzato per sceglierli. Anzi  per  farsi scegliere.



  



 



Ma  qualora   fossero  eletti   si trovassero  di fronte  ad una  decisione    difficile da prendere,   la  Giunta    cosa  farebbe ?  Prima di decidere    prenderebbe    il Vapore? 



Secondo me,    questo episodio    fa  emergere  dubbi  sulla loro capacità  a   confrontarsi ,  e   ad assumersi  responsabilità importanti.  



 



E  questo  è molto pericoloso. Non   solo  per  gli effetti negativi  che avrebbe   sulla   vita della  comunità, ma  per le complicazioni di ogni  genere in cui potrebbero trovarsi coinvolti.  



 Perché,   oggi,   chi amministra, deve  districarsi  in un  groviglio di leggi e  leggine    . Questo  richiede non solo una  grande preparazione  ma  anche la capacità di assumersi  grosse responsabilità.   E questo  non è facile  perché  comporta  rischi.    A volte,   un errore,  una svista possono portare  a  conseguenze   disastrose . Ecco perché noi  avevamo   indicato nel precedente intervento  quali  dovevano essere  le caratteristiche  del nuovo sindaco di Portoferraio. E’  un  tema ancora  aperto  che  ci ripromettiamo di   riprendere




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

INCONTRO DI LEGAMBIENTE CON I CANDIDATI SINDACI: UN NUOVO E INTERESSANTE RITO AMBIENTALISTA di Marco Sollapi :



Mi trovavo a Portoferraio da qualche giorno così ho voluto seguire l’incontro [...]


 

SI E’ COSTITUITO IL COMITATO “AUTOTUTELA 2000”:



In data 12.05.219 nel coso di un incontro tra alcuni fondatori del Movimento [...]


 

SOCCORSO ROSSO di Ruggero Barbetti :



Per aiutare la lista Montagna in grande difficoltà di [...]


 

Caro Ruggero...Se non c’erano le elezioni comunali il dissalatore lo avresti già fatto fare ! di Luciano Gri:



Il sindaco Barbetrti a nome della Commissione del comune di Capoliveri il 24-07-2017 scrive al’AIT (Autorità Idrica Toscana) [...]


 

RIO, IL CIRCOLO PD RIO MARINA E CAVO, SCRIVE AL SINDACO SULLA GRADUATORIA E TARIFFE D’ORMEGGIO PER I RESIDENTI. :



La graduatoria per l’assegnazione dei posti barca ai residenti nel comune di Rio, finora riservata solo a coloro che abitano nei paesi [...]


 

RITA POGGIOLI VICE UN PREMIO IMPORTANTE CON UN RACCONTO SU MAGO CHIO’ di Giuliano Giuliani :



Siamo venuti a conoscenza che la scrittrice Rita Poggioli ha vinto il primo premio nella sezione bambini per i Racconti nella [...]


 

RUGGERO BARBETTI: “ESSERE O NON ESSERE” . . . . “SAPERE O NON SAPERE” di G. Muti :



La vicenda del dissalatore con Sapere che entra nella lista elettorale di Barbetti [...]


 

PAOLA MANCUSO RISPONDE ALLE CRITICHE RIVOLTE DA LUCIANO GERI A ITALO SAPERE:



Caso Sapere" Paola Mancuso replica a Luciano Geri Scritto da Paola Mancuso Lunedì, 22 Aprile 2019 18:24 Mi corre l'obbligo [...]


 

© 2019 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali