Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“BALENE ALL’ELBA” :





Balene all’Elba è il titolo di un libro di Antonello Marchese, adesso in vendita nelle librerie. Fin dalla presentazione che si è tenuta alla Gran Guardia di Portoferraio, ha suscitato un grande interesse.


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

A PROPOSITO DELLA " VILLA RUSTICA " DI SAN GIOVANNI di Maria Gisella Catuogno

pubblicato lunedì 22 ottobre 2018 alle ore 23:51:56


 A PROPOSITO DELLA

 




Lo Scavo di San Giovanni, per il settimo anno consecutivo, e grazie al lavoro del professor Franco Cambi, della dottoressa Laura Pagliantini e del team di studenti futuri archeologi che li affiancano, ha regalato nuovi  tesori: la planimetria della "villa rustica” appare adesso in tutta la sua ampiezza e i resti del crollo del secondo piano hanno evidenziato decori e affreschi di squisita raffinatezza e vivida cromaticità. Di “rustico” nell’accezione corrente c’è dunque ben poco e l’aggettivo serve piuttosto a connotare il carattere agreste della bella abitazione, che, pur subalterna alla grandiosa sovrastante villa delle Grotte, non doveva certo sfigurare come dependance agricola della stessa. In questi anni, accanto alla disponibilità e generosità della famiglia Gasparri, proprietaria del terreno, sono state soprattutto le associazioni, le scuole, i privati cittadini a sostenere il progetto, a manifestare con la loro presenza il riconoscimento del suo valore e della sua importanza per un territorio come il nostro, ricchissimo di storia e di storie da raccontare e far conoscere, perché divengano patrimonio culturale comune di abitanti e ospiti. Purtroppo non altrettanta attenzione hanno dimostrato le istituzioni, sia in termini di sostegno economico che di attenzione a studiosi di livello universitario che, con i loro allievi, per un mese all’anno, lasciano Siena per dedicarsi ad un lavoro che richiede competenze, specializzazione, accortezza, pazienza e forza fisica. Il soggiorno ha richiesto e richiede un supporto finanziario che, negli anni, è stato ed è latitante, tanto da dover essere compensato e spesso sostituito da piccole o meno piccole donazioni di singole persone. Tutto questo ha amareggiato e reso meno sereno l’impegno quotidiano di tutti i protagonisti, tanto da far definire al professor Cambi  “assordante” il silenzio delle istituzioni, nel corso del bell’incontro che si è tenuto lunedì 22 ottobre nel luogo dello scavo e in cui erano presenti l’Università del tempo libero di Portoferraio, l’Unitre di Rio Marina e Italia Nostra Arcipelago Toscano. Permanendo tale situazione, il team deve rinunciare a proseguire lo scavo, richiudendolo per sempre. Una simile prospettiva sarebbe davvero avvilente per la nostra Isola, non solo perché sottrarrebbe a chi la abita la fruizione di un sito che anno dopo anno svela i suoi tesori e ci narra chi e come eravamo e da quale immeritato illustre passato derivi il nostro Dna, ma anche, più prosaicamente, per il motivo che esso costituirebbe, come già oggi la villa delle Grotte, una stimolante attrattiva per i turisti, i quali, ormai lo sappiamo, si accontentano sempre meno di sole e di mare, ricercando invece ovunque tracce archeologiche e offerte culturali. Infatti, non soltanto, capovolgendo una infelice boutade di un  certo ministro, “con la cultura si può mangiare”, ma anche perché, parafrasando il Poeta, fatti non fummo a vivere come bruti, ma per seguir valore e conoscenza.



 





 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

CON L’ULTIMA SENTENZA DELLA CORTE DEI CONTI, LA VICENDA RIESE E’ DEFINITIVAMENTE CHIARITA: CLAUDIO DE DE SANTI AVEVA RAGIONE di Marco Sollapi:



Io seguo con curiosità le vicende politiche dell’Elba perché ritengo che l’isola, come [...]


 

PORTOFERRAIO: "I CONSIGLIERI COMUNALI NON HANNO UN DIRITTO INDISCRIMINATO E ASSOLUTO DI ACCESSO AGLI ATTI" di Luciano Rossi:



Recentemente sono comparse sulla stampa e sui social network polemiche circa il diniego dell’esercizio di accesso agli atti per [...]


 

IL DINOSAURO MORENTE:



L'immagine è ripresa dall'incipit di un articolo di Vittorio Falanca [...]


 

STORIE AMARCORD NEL LIBRO SU PORTO AZZURRO DI FABRIZIO GRAZIOSO:



Un tuffo nel passato, con un cocktail di emozioni e ricordi e qualche lacrima di commozione. Questo in sintesi il resoconto della presentazione [...]


 

PER DESTAGIONALIZZARE BISOGNA ESSERE UNITI E FARE SQUADRA di Giovanni Fratini:



Qualche tempo fa, in una intervista rilasciata al “Corriere Elbano”, il Presidente della Associazione allbergatori, Massimo [...]


 

LEONARDO DI CAPRIO A RIO MARINA:



( Fonte ANSIA NEWS AGENCY) Leonardo Di Caprio, il grande attore hollywoodiano è [...]


 

CAMBIO DI ALLENATORE ALLA GESTIONE ASSOCIATA PER IL TURISMO Alessandro Ghini:



Cosa è successo alla Gat? Utilizzando una metafora sportiva molto nota si direbbe [...]


 

A PROPOSITO DELLA " VILLA RUSTICA " DI SAN GIOVANNI di Maria Gisella Catuogno:



Lo Scavo di San Giovanni, per il settimo anno consecutivo, e grazie al lavoro del professor Franco Cambi, della dottoressa Laura [...]


 

© 2018 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali